Recensione: Queen. La regina indomabile di Meghan March

Buon pomeriggio! Oggi vi parlo di Queen. La regina indomabile, secondo volume della Mount Trilogy di Meghan March edita SEM. Sapete quanto ho amato il primo libro e non vedevo l’ora di andare avanti con la storia di Keira e Mount e devo dire che questo secondo volume non ha deluso affatto le mie aspettative.

Mount Trilogy:

  1. King. Un re senza regole
  2. Queen. La regina indomabile
  3. Desire. L’impero del desiderio

qui la recensione di King. Un re senza regole

SPOILER ALERT: se non avete letto King non leggete questa recensione

9788893900850_0_0_0_75Titolo: Queen. La regina indomabile

Autore: Meghan March

Editore: SEM

Data di uscita: 14/06/2018

Serie: Mount trilogy #2

Genere: erotic suspense

 

Sinossi: Io sono la sua distrazione. Il mio corpo è il suo giocattolo. Ho dovuto cedere, non avevo scelta. Lo odio, mi dico, ma ogni volta che entra da quella porta sento un brivido. Come posso desiderarlo e detestarlo allo stesso tempo? Mi sta facendo impazzire. Non dovevo finire in questo gorgo, dovevo immaginare che Lachlan Mount è un maschio senza regole. Ma non ho nessuna intenzione di arrendermi, non voglio che veda le mie debolezze. Pagherò il mio debito e manterrò intatto il mio cuore.


Recensione

Il primo volume si era concluso con un cliffhanger gigantesco e il secondo volume della trilogia riprende la narrazione esattamente dove l’avevamo lasciata. Keira è scappata da casa di Mount e si precipita nel suo appartamento, cercando la calma per pensare alla sua prossima mossa. Ma succede qualcosa di inaspettato… Brett, l’ex marito di Keira che lei credeva morto, in realtà è vivo e si presenta alla porta del suo appartamento per minacciarla. Vuole altro denaro. Keira così scopre che è stato proprio Lachlan Mount, l’uomo che l’aveva reclamata come una sua proprietà, a pagare Brett per sparire dalla circolazione affinché lui possa finalmente averla tutta per sé. Ma direte voi, come faceva Mount a conoscere Keira a tal punto da desiderarla così ardentemente?

Le sue narici si dilatano.

«Non appartengo a nessuno. Non sono un fottuto cane.» 

«No, ma sei lo stesso mia.» La sua mano si alza di scatto, e una frazione di secondo dopo il suo palmo mi colpisce in viso.

Ebbene, ricordate quando Keira ha raccontato di aver sposato Brett in seguito ad una focosa notte di sesso in cui però non era riuscita a guardarlo in viso né a sentirlo parlare? Quell’uomo che l’aveva presa con così tanta passione non era affatto Brett, ma Mount, che da quel momento in poi l’ha voluta solo per sé. Sconvolta da queste rivelazioni, Keira resta nel suo appartamento, consapevole che LUI sarebbe arrivato di lì a poco. Infatti, Mount la raggiunge e quando scopre delle minacce di Brett inevitabilmente lo condanna a morte certa. Ma la sua reazione sconvolge Keira, perché oltre alla reazione violenta contro il suo ex marito, Lachlan si mostra anche premuroso nei suoi confronti e vuole che lei sappia che è al sicuro.

«Lasciami andare.»  Non c’è autorità nella mia voce. Lui avvicina il viso e sussurra una sola parola. «Mai.» 

Qualcosa sta cambiando nel loro rapporto, Keira non riesce ad odiarlo e Lachlan non riesce più a dominarla come vorrebbe. Entrambi spaventati dai repentini cambiamenti, saranno ora affiatati ora nemici, prima insieme e poi lontani. Un tira e molla continuo che tiene incollati alle pagine esattamente come nel primo libro. Ma qui il punto di vista di Mount è molto più presente e si scopre tantissimo riguardo il suo passato grazie ai POV alternati.

Non sono una brava persona. La mia anima è nera. Il mio cuore è di pietra.

Andrò all’inferno. Lo so per certo, ma ho un lungo elenco di persone da mandarci prima di me.

Keira Kilgore è il mio esatto contrario. Lei è pura. Innocente. Incredibilmente ingenua. Pensa ancora che la gente giochi rispettando le regole, e che la strada del successo sia lastricata di buonsenso. Si sbaglia di grosso, ma a me non crederebbe mai. Non dovevo portarla nel mio mondo, però sono abbastanza egoista da fregarmene. Abbastanza egoista da tenerla lo stesso qui.

Lo stile di scrittura è come sempre scorrevole e avvincente, la March si legge tutta d’un fiato. Non vi annoierete mai, ve lo assicuro. Poi il cliffhanger finale… da applausi. Sto già leggendo il terzo e ultimo libro, Desire, e domani ci sarà il review party in occasione della sua uscita in libreria.

Se di solito i secondi libri non sono all’altezza dei primi, non è questo il caso. Vi consiglio assolutamente la lettura di questo secondo volume al pari del primo, se non di più!

⭐⭐⭐⭐⭐

 Imperdibile

Baci e che Lachlan sia con voi!

Annunci

Un pensiero riguardo “Recensione: Queen. La regina indomabile di Meghan March

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...